Motorshow

Ogni anno a dicembre Bologna ospita il Motorshow, e per due settimane l’intera area fieristica diventa il paradiso degli appassionati di tutto ciò che abbia quattro ruote e che venga mosso da un motore. L’esposizione di modelli pronti per essere messi sul mercato è immobile nel chiuso dei padiglioni ma in movimento nelle piste costruite all’aperto, e in generale esistono degli appuntamenti immancabili per i frequentatori abituali. Il primo in assoluto è fare la foto con le ragazze che, in omaggio al binomio donne e motori, accompagnano lascivamente il ruotare delle pedane. Poi c’è la depredazione sistematica di tutto ciò che è in omaggio, anche se il vero oggetto del desiderio resta la maglietta lanciata alla folla da una ragazza altrettanto desiderata. E infine l’ultimo appuntamento fisso è fare la foto alla Lamborghini della polizia di stato, che attira la curiosità dei visitatori molto più delle bielle e degli snodi cardanici – che pure vanno fortissimo.

All’aperto ci sono competizioni di ogni tipo, ma di norma le corse delle macchine modificate vengono penalizzate dalla dimensione del circuito che permette nella parte rettilinea di tirare al massimo due marce: quindi l’attenzione degli spettatori si sposta molto spesso dal circuito breve alle prove più guidate, che raramente hanno a che fare con la velocità. Ogni anno viene allestito un percorso per gipponi caratterizzato da forti pendenze laterali e completato da una struttura ripidissima che dimostra quanto sia facile arrampicarsi nel vuoto con una macchina, a patto di saper usare le marce ridotte e di bilanciare bene con la frizione.  Per gli amanti delle sensazioni forti c’è anche un’esperienza di guida estrema che avviene all’interno di un simulatore, e questa attrazione presa in prestito dai luna park dimostra che l’intenzione degli organizzatori è sì quella di presentare delle macchine nuove, ma di suggerire al contempo un clima da parco giochi pieno di belle donne – che invita quantomeno alla spensieratezza.

La foto di quest’anno, quella che faccio sempre a Gabriele ad immagine e somiglianza del visitatore medio, è venuta particolarmente bene.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...