Match Rocket

Costruisco razzi che non funzionano, ma è molto rilassante. (Poi arriva anche la seconda parte, eh?!)

 

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

E poi col treno sei subito in centro.

In aeroporto o stazione mi appassiono spesso agli sconosciuti che parlano del tema eterno: “Roma – Milano, meglio treno o aereo?” perché riesco sempre ad individuare con buon anticipo il momento in cui uno dei due precisa “che l’aereo andrà pure più veloce, ma ora che aspetti di imbarcarti, fai il check-in e tutto il resto alla fine il tempo è lo stesso”.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Eh no, doppia panna sono 80 centesimi.

Noto una predilezione specialmente milanese per luoghi dove si mangia, in particolare gelaterie, affacciati su strade regolarmente intasate di macchine in fila. “Andiamo! Conosco un posto dove fanno un gelato buonissimo” è un invito che si conclude spesso su un marciapiede davanti a decine macchine che aspettano di ripartire. E tu col gelato in mano sei praticamente in coda con gli altri fermi al semaforo, ma a piedi.
Le poche parole che distingui tra il rumore dei motori sono “Ma lo senti come è buono questo gusto alla papaya biologica?”

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Deejay 35

Avete sicuramente già visto foto e video in quantità, ma questo è il riassunto per chi vuole sapere com’è andata e ha solo 6 minuti di tempo: un fuoco d’artificio che fa sorridere di meraviglia e che racconta in breve una serata per molti indimenticabile. Grazie a Davide, Stefano, Lorenzo e Alex con i quali ho lavorato a questo video, grazie alla produzione, alle centinaia di persone che ce l’hanno messa tutta per far divertire chi era lì e chi guardava la diretta via Facebook. Senza peccare di falsa modestia credo che nessuna radio in Italia possa radunare così tanti affezionati contando solo su forze interne, e quando si cerca un altro evento simile per misurare la riuscita del nostro compleanno si arriva sempre alla conclusione che le feste di Deejay possono essere paragonate soltanto alle altre feste di Deejay. Sono di parte, è evidente che lo sia da sempre, ma non credo di essere tanto lontano da una valutazione oggettiva di quello che succede ogni anno a febbraio. Da adolescente avevo scelto i miei quattro supereroi e ascoltarli di pomeriggio significava ogni volta cogliere qualcosa di soprannaturale. A distanza di molti anni sono riuscito a guardare più da vicino, e finalmente si sono rivelati volando.

Grazie.

 

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Stavolta passo.

La questione già ampiamente discussa del dire sacchetti invece di buste e portinaia invece di portiera è un argomento caro ai romani che hanno a che fare con Milano: io ormai ho imparato, dire sacchetti e portinaia non mi costa nulla e peraltro mi sembra pure più corretto. Ma c’è anche un altro modo di dire frequente che manda nel pallone i romani e che non riuscirò mai ad interpretare al primo colpo. In questi giorni mi sta capitando di parlare con molte persone della festa prevista per la fine del mese, e in varie occasioni alla mia domanda “Ce la fai a venire?” la risposta è stata “Mi sa che stavolta passo”.
Per me “passo” ha sempre avuto un solo significato, risponderei così se avessi intenzione di passare di là, di farmi vedere: passo, aspettami e ci vediamo – abbreviato semplicemente in “passo”. Invece qui “passo” significa il contrario, viene inteso come nel gergo dei giocatori di carte, laddove “passo” indica l’escludersi per non prendere parte a quella mano. Sarà bello accorgersi di quelli che invece mi hanno detto “passo” con l’intenzione di confermare e per i quali, forte della novità appresa, non avrò lasciato il nome all’ingresso.
Sono terrone, mi dovete perdonare.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Natalino Pacchetti

Ecco il video della canzone di Natale di quest’anno, un lavoro che ho fatto con gli insostituibili Davide Fara e Fabio D’amico, grazie Elio e le Storie Tese e tutta Radio Deejay. Ma soprattutto grazie all’ospite d’onore, uno che da solo ne #Vale46. Adesso può cominciare davvero il periodo natalizio, auguri!

 

 

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

Due settimane.

Quando ti arriva un sms, l’iPhone normalmente suona e vibra. Se non leggi subito perchè hai da fare, vibra e suona di nuovo dopo qualche minuto. Quel secondo avviso è sì un modo per ricordarti del messaggio, ma può anche essere inteso come un suggerimento sul giusto tempo da far passare prima di rispondere per non apparire nè frettolosi nè ritardatari. Tutto questo valeva fino alla settimana scorsa: adesso il tempo giusto da lasciar passare prima di dare una risposta è indicato molto più efficacemente dall’esempio di Bob Dylan.

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento